Sessione 6

Servizi e professioni del sociale di fronte alle migrazioni durante e dopo la pandemia

Coordinatori/coordinatrici di sessione: Eduardo Barberis (Università di Urbino Carlo Bo); Alba Angelucci (Università di Urbino Carlo Bo), Isabelle Johansson, Michela Semprebon

 

Descrizione

 L’emergenza sanitaria che il mondo ha attraversato nel corso dell’ultimo anno e dalla quale ancora stenta a uscire, ha impattato in maniera significativa su tutti gli aspetti della vita quotidiana di ognuno di noi, generando conseguenze devastanti sulle fasce più vulnerabili della popolazione. La crisi sanitaria, sociale ed economica che si è verificata a seguito dello scoppio della pandemia da Covid-19 si è appoggiata, in Italia, su condizioni sistemiche precarie e fallaci, già messe a dura prova dai forti cambiamenti in atto a livello globale. A pagarne le conseguenze in maniera immediata sono state innanzitutto quelle fasce della popolazione con meno garanzie sotto il profilo economico e sociale, e fra questi una menzione particolare va sicuramente alla popolazione migrante. La letteratura prontamente prodotta nell’ultimo anno ci restituisce un’immagine critica sotto diversi aspetti.

Primo, la pandemia ha impattato sulle partenze e gli spostamenti, limitando in maniera significativa quelli “regolari” e alimentando in questo modo gli spostamenti irregolari, con tutte le conseguenze negative che questo comporta (Borderline Sicilia, 2021). In secondo luogo, i lavoratori immigrati sono fra quelli che più di altri hanno subito le conseguenze tanto sanitarie quanto economiche della pandemia: se da una parte sono i lavoratori con meno garanzie che vengono licenziati per primi in caso di restrizioni economiche, dall’altro sono anche molto spesso i lavoratori più presenti in quei servizi essenziali, che dovendo essere mantenuti anche in lockdown, hanno messo a repentaglio la salute e la vita dei lavoratori (EU, 2021; Dessi, 2020). La situazione non è meno grave per tutti coloro che sono ancora all’interno del sistema di prima accoglienza (o che ne sono stati espulsi, tramite l’ultimo decreto “sicurezza”), che la più recente letteratura descrive come critico rispetto alla gestione di una situazione di emergenza sanitaria come quella attuale, con strutture sovraffollate e mancanza dei criteri minimi di sicurezza (Zanardo, 2021).

Alla luce di tutto ciò sembra ancora mancare un’analisi e una riflessione sulla gestione locale dell’emergenza in relazione alla popolazione immigrata, in termini di servizi offerti (ex novo e/o tramite aggiustamenti dell’esistente) e di risposta alle emergenze. I servizi territoriali, infatti, svolgono da sempre una funzione fondamentale di intercettazione e di risposta ai bisogni emergenti della popolazione, spesso avvalendosi di preziose collaborazioni con attori del terzo settore, anche, e forse soprattutto, in quei contesti di piccola e media dimensione dove la frammentazione e moltiplicazione dei bisogni, insieme a un minore bagaglio di strumenti e risorse, rende più difficile la loro gestione.

Questa sessione dà pertanto il benvenuto a contributi empirici teoricamente fondati, che indaghino gli aspetti legati alla gestione locale dell’emergenza sanitaria in relazione alla popolazione migrante.

Alcuni dei temi che questa sessione mira ad approfondire (senza limitarsi ad essi) sono:

– Offerta di servizi e/o riadattamento dei servizi esistenti in risposta all’emergenza sanitaria
– Network territoriali: il ruolo del terzo settore e del mondo dell’associazionismo e volontariato
– Agency dei migranti: risposte solidali e proattive dei migranti e delle loro associazioni presenti sui territori
– Sistema di prima accoglienza, problemi generali e risposte locali

 

Bibliografia

Borderline Sicilia (2021) La pandemia e la fabbrica dell’irregolarità – Progetto Melting Pot Europa https://www.meltingpot.org/La-pandemia-e-la-fabbrica-dell-irregolarita.html#.YBw4jOhKjZs.
Dessi C. (2020) Emergenza Covid-19 e immigrazione. Quale impatto sui cittadini stranieri?, Welforum https://welforum.it/il-punto/emergenza-coronavirus-tempi-di-precarieta/tempi-di-precarieta/emergenza-covid-19-e-immigrazione-quale-impatto-sui-cittadini-stranieri/.
European Commission (2021) COVID-19’s impact on migrant communities (2.0) – European Web Site on Integration.
Zanardo K. (2021) Il sistema di accoglienza ai tempi della pandemia: osservazioni sulla situazione attuale – Progetto Melting Pot Europa https://www.meltingpot.org/Il-sistema-di-accoglienza-ai-tempi-della-pandemia.html#.YBw39uhKjZs.