Sessione 32

La valutazione dell’impatto sociale dell’università. The social impact evaluation of universities

Coordinatori/coordinatrici di sessione: Mita Marra (Università di Napoli Federico II), Raffaele Trapasso (OECD)

 

Descrizione

Negli ultimi decenni, le università hanno assunto un ruolo importante per il trasferimento dell’innovazione tecnologica e sociale in collaborazione con le imprese e le agenzie governative. La funzione dell’università va al di là dei compiti tradizionali di insegnamento e ricerca e si fa carico di una missione imprenditoriale e di sviluppo economico-sociale. Le imprese svolgono un ruolo educativo, contribuendo a formare le competenze necessarie per produzioni ad alta intensità di conoscenza. Le amministrazioni locali e regionali possono assumere la responsabilità di garantire l’esistenza delle infrastrutture di ricerca, l’accesso al capitale per le startup più promettenti e le condizioni di mercato perché le imprese operino in maniera efficiente e flessibile.           Le valutazioni più promettenti della c.d. terza missione sia in Italia che in Europa mettono in questione le metriche tradizionali adottate dalle agenzie nazionali e internazionali. Le sperimentazioni valutative più interessanti sono state parzialmente raccolte e presentate nell’ambito del programma HEInnovate dell’OCSE e della Commissione Europea, ma ulteriori sperimentazioni sono in corso di realizzazione, non ultima l’attuale valutazione della Qualità della Ricerca e della Terza missione da parte dell’ANVUR.

La presente sessione ha l’obiettivo di sviluppare una riflessione sulla valutazione dell’impatto sociale dell’università proprio a partire dalle azioni di Terza missione.  Questioni rilevanti da approfondire e discutere sono ad esempio:

– i processi di creazione e condivisione della conoscenza per l’innovazione tecnologica e sociale;
– le interdipendenze tra gli attori che appartengono ad un dato ecosistema della conoscenza;
– la natura della partecipazione degli attori ai processi di creazione della conoscenza e del valore;
– il coordinamento delle relazioni che possono essere sia di natura cooperativa che competitiva, e in ultimo ma non per importanza,
– le metriche e i disegni valutativi per l’analisi dell’impatto sociale.

 

Description

Over the past decades, universities have played an important role for technology transfer and social innovation in collaboration with businesses and government agencies. The function of the university goes beyond traditional teaching and research and takes on an entrepreneurial and socioeconomic development mission. Businesses play an educational role, training the skills needed for knowledge-intensive production. Local and regional agencies can partially finance research infrastructures, assure access to capital for the most promising startups and the market conditions for companies to operate in an efficient and flexible manner.

Recent social impact assessments of the so-called University’s Third Mission both in Italy and Europe question traditional metrics of national and international evaluation agencies. Promising evaluative experiences have been partially collected and presented within the HEInnovate program of the OECD and the European Commission, but further experiments are underway, including the current evaluation of Research Quality and the Third Mission by Italy’s National Agency for the Evaluation of Research and University (known with the Italian acronym of ANVUR).

This session aims to reflect upon the evaluation of the University’s Third Mission, exploring and discussing such issues as:

– the processes of creating and sharing knowledge for technological and social innovation;
– the interdependencies between the actors belonging to a given ecosystem of knowledge;
– the nature of the participation of the actors in the processes of knowledge and value creation;
– the coordination of relations that can be both cooperative and competitive in nature, and last but not least,
– metrics and evaluation designs for social impact analysis.