Sessione 19

Lezioni dalla sanità? Il Servizio Sanitario Nazionale dal decentramento al regionalismo differenziato

Coordinatori di sessione: Stefano Neri (Università degli Studi di Milano), Guido Giarelli (Università “Magna Græcia” di Catanzaro)

 

Testo della Call

In Italia, il settore sanitario ha più volte sperimentato un assetto di poteri e responsabilità, che è stato poi esteso ad altri settori di policy. Dopo le riforme dei primi anni novanta si è affermata una forte regionalizzazione del sistema sanitario, anticipando per molti versi la riforma del Titolo V della Costituzione del 2001. In tale contesto, sono emersi modelli regionali di organizzazione dei servizi sanitari, in parte ispirati a principi regolativi differenti, come accaduto successivamente in altri ambiti del welfare. Negli ultimi dieci anni, se è vero che le politiche di austerità hanno portato all’imposizione di alcune scelte regolative vincolanti sul piano nazionale, è altrettanto vero che il meccanismo dei piani di rientro dal debito sanitario ha determinato, di fatto, rilevanti differenze nelle forme e nei gradi di autonomia, tra le stesse Regioni a statuto ordinario. In questo senso, a modo suo, l’evoluzione del Servizio Sanitario Nazionale (SSN) è andata in direzione di un assetto dei poteri a federalismo o regionalismo differenziato. L’analisi di tale evoluzione può quindi contribuire alla riflessione sul tema dell’autonomia differenziata, al centro del dibattito politico e istituzionale degli ultimi anni.

In tale quadro, la sessione è aperta a contributi, sviluppati con metodologie qualitative o quantitative, che analizzino le trasformazioni del SSN connesse al mutamento di fatto intervenuto con l’affermazione del regionalismo differenziato. Le proposte possono, da un lato, approfondire le conseguenze del cambiamento avvenuto nella governance del SSN sull’accesso e la qualità dei servizi sanitari, nelle diverse aree territoriali del paese; dall’altro, possono soffermarsi su uno o più contesti regionali, e su specifiche politiche sanitarie, mettendo in evidenza il modo in cui è cambiata l’organizzazione e la regolazione dei servizi sanitari a livello regionale, in un contesto profondamente mutato rispetto a quello degli anni novanta. Assai graditi sono anche contributi che approfondiscano i temi della sessione prendendo in esame altri paesi, singolarmente o in ottica comparata.

 

Download paper