Sessione 18

Istruzione, occupazioni e stratificazione sociale nei diversi assetti territoriali di mercati e welfare

Coordinatori/coordinatrici di sessione: Gianluca Argentin (Università di Milano Bicocca), Patrizia Falzetti (INVALSI) e Emmanuele Pavolini (Università di Macerata)

 

Descrizione

La sessione affronta una tematica centrale negli assetti socio-economici, ancor di più a fronte della situazione pandemica verificatasi dall’inizio del 2020: i rapporti tra istruzione, politiche di welfare e istituzioni del mercato del lavoro. Si tratta di nessi istituzionali che acquistano un ruolo ancora più rilevante, perché hanno influenzato il modo in cui gli individui hanno potuto fronteggiare l‘emergenza generata da Covid-19.

In tale sessione ci si focalizza quindi sulle ripercussioni di tali assetti su stratificazione e processi di mobilità sociale, su efficacia ed equità dei risultati prodotti in diversi contesti territoriali e sul loro ruolo di amplificazione o contenimento delle diseguaglianze in un momento in cui il sistema di welfare è stato messo sotto forte pressione.

L’obiettivo è promuovere una discussione fra studiosi che in genere tendono ad appartenere a filoni di ricerca diversi e spesso non integrati fra loro: quello degli studi su stratificazione e mobilità sociale, quello su politiche di welfare più generali (spesso non attento al ruolo delle politiche dell’istruzione), e quello legato ai ritorni economici dell’istruzione e all’entrata nel mercato del lavoro.

Saranno privilegiati studi e ricerche basati su risultati di analisi empiriche, condotte auspicabilmente anche attraverso comparazioni internazionali o tra aree del paese, che si interrogano sulle seguenti tematiche, con un focus ovviamente sulle sfide affrontate nei vari ambiti durante la pandemia:

– la performance dei sistemi scolastici in termini di efficacia ed equità (con particolare attenzione all’eventualità che i divari siano aumentati, anche a livello geografico);
– l’integrazione tra politiche dell’istruzione e politiche sociali (incluse quelle per le famiglie e per la salute, per far fronte all’emergenza);
– le modalità di transizione dall’istruzione al mercato del lavoro;
– il rapporto fra mobilità sociale e le specifiche configurazioni di sistemi scolastici e di mercato del lavoro.