Sessione 15

Il contributo della street level evaluation per l’analisi delle politiche complesse e di innovazione sociale

Coordinatrici di sessione: Veronica Lo Presti e Maria Dentale (Università di Roma Sapienza)

 

Descrizione

 La street-level evaluation (SLE) rappresenta un’opzione metodologica ampiamente dibattuta tra gli studiosi delle politiche pubbliche, in generale, e sociali, in particolare (Dunsire, 1978; Pressman e Wildawsky, 1973; Brown e Wildawsky, 1983).  Per una molteplicità di studi, riconducibili a questa prospettiva di analisi, il contributo della SLE per l’analisi delle politiche pubbliche si traduce nel riconoscimento della centralità della fase dell’implementazione in base all’idea – in linea con l’approccio costruttivista del processo sociale (Stame, 2016) – che i programmi sono continuamente ridefiniti nel momento in cui gli obiettivi di policy cambiano, inevitabilmente, nel corso della loro realizzazione (long process from policy to operations, Pressman e Wildawsky, 1973).

La SLE consente al ricercatore di immergersi nel livello delle pratiche, nel suo linguaggio e alle sue condizioni, e di esplorare la politica così come viene «fatta» dagli operatori che lavorano in prima linea. Secondo Burawoy (1991), i disegni di ricerca ispirati alla SLE, proprio perché integrano la case study research (Yin, 1989), sono sensibili ai settings, ovvero ai contesti in cui le politiche oggetto di studio sono incorporate. Questo approccio, orientato a ricostruire l’implementation gap, consente di porre in risalto i modi in cui, attraverso le lower-level routines, gli operatori affrontano gli elementi di complessità, ambiguità e di incertezza presenti nei contesti organizzativi nei quali operano. L’attenzione alla prospettiva street-level spinge allo sviluppo di strategie di ricerca ispirate a quella che Brodkin ha definito una «deep dish analysis» (2003, p. 145), ossia un’analisi che scava in profondità per fare emergere in superficie come in realtà le politiche pubbliche vengano prodotte nel loro farsi quotidiano (put policy into action).

Partendo da queste premesse, la sessione si propone di presentare contributi teorici ed empirici focalizzati sull’ideazione e  progettazione di disegni complessi di ricerca valutativa (Lo Presti, 2020), costruiti in base ad un’attenzione specifica ai contesti di attuazione delle policies (di sostegno al reddito e inclusione sociale, di contrasto alla povertà educativa, di rigenerazione urbana, ecc..) e ai possibili cambiamenti – attesi e inattesi – intervenuti al di fuori del loro perimetro di attuazione, in base alla convinzione che «bureaucracy is an approach to policy delivery» (Pollit, 1990) e che lo studio delle politiche pubbliche non può non tenere in considerazione le esigenze e le condizioni di lavoro in cui si articola la professione degli operatori pubblici. I contributi, presentati e discussi durante la sessione, dovranno riflettere (i) lo sguardo ravvicinato ai contesti di implementazione delle misure, in considerazione delle peculiarità dei singoli settings di indagine (amministrazioni pubbliche, servizi sociali, organizzazioni del Terzo Settore); (ii) la combinazione di metodi e tecniche quali-quantitative di ricerca sociale che, integrate con la case study research, valorizzino quanto più possibile la discussione di risultati di interesse, ottenuti a seguito della ricercata collaborazione, negli step di ricerca, degli operatori pubblici e privati, direttamente impegnati nell’attuazione delle politiche, e dei beneficiari (diretti e indiretti) a cui sono rivolte le stesse misure.

 

Riferimenti bibliografici

Brodkin E. Z., (2003), Street-level Research. Policy at the front-lines, in (edited by) Lennon M.C., Corbett T., Policy into action. Implementation research and welfare reform, The Urban Institute Press, Whashington D.C.
Brown A., Wildawsky A., (1983), Implementation as Mutual Adaptation, in Pressman J. e Wildawsky A., (edited by), Implementation; Berkeley, University of California Press.
Burawoy M., (1991), Ethnography Unbound: Power and Resistence in the Modern Metropolis, Berkely, University of California Press.
Dunsire A., (1978), Execution Process: Implementation in a Bureaucracy v. 1. (Government and  administration series), Martin Robertson.
Yin R. K., (1989), Case Study Research: Design and Methods, Newbury Park, Calif.: Sage Publications.
Lo Presti V. (2020), L’uso dei Positive Thinking nella ricerca valutativa, Franco Angeli, Milano.
Pollitt C., (1990), Managerialism and the Public Services: The Anglo-American Experience, Basil Blackwell, Cambridge, MA.
Pressman J., Wildawsky A., (1973), Implementation, Berkeley, University of California Press.
Saruis T., (2015), Gli operatori sociali nel nuovo welfare. Tra discrezionalità e responsabilità, Carocci Editore.
Stame N., (2016), Valutazione pluralista, Franco Angeli, Milano.