Sessione 3

Le politiche sanitarie tra continuità e innovazione: problemi, soluzioni, attori

Coordinatore/i di sessione: Stefano Neri (Università degli Studi di Milano) e Federico Toth (Università degli Studi di Bologna)

 

Testo della Call

Anche in assenza di riforme radicali ed eclatanti, i sistemi sanitari si evolvono continuamente. Nuovi problemi si affiancano a quelli tradizionali, mai completamente sotto controllo e in parte mutati rispetto al passato. Innovazioni tecnologiche, molteplici soluzioni gestionali e assetti organizzativi così come nuovi meccanismi di finanziamento vengono messi in campo per dare risposta ai bisogni emergenti, in un contesto caratterizzato negli ultimi anni, soprattutto nei paesi dell’Europa mediterranea, dai vincoli dettati dalla crisi economica e dalle politiche di austerità.

Numerosi sono gli attori (tanto pubblici quanto privati) che hanno interesse a influenzare la gestione del sistema sanitario; quest’ultimo rimane infatti uno straordinario crocevia di interessi economici, visioni valoriali, contrapposizioni ideologiche, lotte di potere, risorse simboliche.  E questo è vero non solo per il nostro paese, ma anche a livello internazionale.

La sessione è aperta a contributi, di taglio sia empirico sia teorico, che affrontino il tema dell’innovazione e del cambiamento delle politiche sanitarie e per la salute, a diversi livelli.
Obiettivo della sessione è favorire il confronto tra i diversi approcci metodologici e disciplinari che caratterizzano lo studio delle politiche sanitarie. L’invito a presentare un contributo è quindi rivolto a studiosi di diversa formazione, siano essi sociologi, economisti, politologi, giuristi, medici, demografi, psicologi, practitioners.

Particolarmente graditi saranno i contributi capaci di mettere a confronto più sistemi nazionali o diverse realtà territoriali all’interno dello stesso paese, approfondendo temi quali:

– i cambiamenti nella regolazione dei sistemi sanitari tra stato, mercato e reti;
– l’evoluzione dei rapporti tra pubblico e privato, nel finanziamento e/o nella produzione di servizi sanitari;
– la riforma della medicina generale e dell’assistenza primaria;
– gli effetti delle nuove tecnologie sull’organizzazione dei servizi e sulle professioni sanitarie;
– l’introduzione di nuovi modelli organizzativi per il governo della cronicità e l’integrazione socio-sanitaria.

Referente per la corrispondenza mail:  stefano.neri@unimi.it

 

Papers accettati

Sotto-sessione 1

Regional drift: convergenze e divergenze nei sistemi regionali italiani tra il 2005 e il 2013 (S. Sarti)

Personal Health Budgets and the promises of personalisation and integration of health and social care services (F. Pozzoli)

La privatizzazione dissimulata.  La fase 2 della privatizzazione del sistema sociosanitario della Lombardia (M.E. Sartor)

Taking Opposition Seriously: Explaining Market-Oriented Healthcare Reforms in Slovakia and Hungary (T. Popic)

 Sotto-sessione 2

Il settore odontoiatrico tra continuità e innovazione: quale identità professionale per i giovani in formazione? (E. Spina, B. Polini e G. Vicarelli)

Nuovi modelli di offerta dei servizi sanitari territoriali e possibili ruoli emergenti per il governo della cronicità (L. Ridolfi)

Nuove funzioni dei luoghi della cura nel percorso terapeutico. Possibili soluzioni per le sfide del sistema sanitario (R. Biancheri e S. Landi)

Percorso di Umanizzazione e Continuità Assistenziale ( Carpinelli Mazzi, C. Musella e A. Iavarone)

Contributed on-line

E’ sanitario o è sociale? (L. Zingaro)

I PTRI tra cogestione e intersoggettività: nuove metodologie per l’attuazione di cambiamenti trasformazionali organizzativi (R. Pelliccia, P. Bianco, G. Molinaro, C. Milzi e M. Femiano)

Il sistema della salute tra commodificazione dei dati e blockchain ( Pierre Paliotta)

Vita Nova: una app per la prevenzione e la promozione di buone pratiche di salute nell’età della menopausa (G. Mascagni, A. Giannini, A. Trujillo)

 

Download papers