Sessione 18

Politiche di inclusione sociale basate sullo sport: esperienze, orientamenti e modelli emergenti

Coordinatore/i di sessione: Francesco Pirone (Università degli Studi di Napoli Federico II) e Antonio Tintori (CNR-Irpps).

 

Testo della Call

La sessione è dedicata alle politiche per l’inclusione sociale e si propone di affrontare in particolare le esperienze, i modelli e gli orientamenti emergenti nell’ambito delle iniziative basate sullo sport (sports-based social interventions). In questa prospettiva lo sport assume una valenza strumentale a sostegno di obiettivi sociali con potenziali implicazioni più generali per l’integrazione e l’innovazione delle politiche sociali. Si tratta di un punto di vista originale che offre diverse opportunità di analisi del complesso intreccio che si sta delineando in Italia e in Europa tra le misure volte a tutelare i tradizionali rischi della società industriale e le misure tese ad affrontare la multiforme gamma dei nuovi bisogni che caratterizzano la società multietnica e post-industriale. Lo sport rappresenta uno dei possibili laboratori del “nuovo welfare”, a patto però di uscire dalla filosofia sociale e della prassi politica del tradizionale Stato sociale, integrando in un nuovo paradigma la funzione di protezione con quelle di prevenzione e promozione sociale. In quest’ottica è utile assumere una concezione “estensiva” di sport e un paradigma pluralista, intendendo il sistema di relazioni sociali alimentato dalla pratica dell’attività fisica, agonistica o meno, con diverso grado di regolamentazione e istituzionalizzazione. Si tratta di una definizione che si allontana dalla concettualizzazione moderna dello sport agonistico-disciplinare e che intende registrare i mutamenti emergenti nelle forme contemporanee di sportivizzazione. Bisogna, tuttavia, considerare che si tratta di un’area di attività sociale contraddittoria in cui retoricamente si enfatizza il “potere dello sport”, sottovalutando le sue intrinseche ambivalenze.

La sessione si propone di promuovere un confronto multidisciplinare per definire elementi utili all’interpretazione del ruolo e delle potenzialità dello sport per la trasformazione delle politiche di inclusione sociale. Nella prospettiva di un maggiore dialogo tra Welfare Studies e Sports Studies, si sollecitano contributi sulle politiche di inclusione sociale e sui processi d’integrazione basati sullo sport che affrontino i seguenti aspetti:

– intreccio tra sistemi di welfare e sistemi sportivi in prospettiva comparata internazionale;
– trasformazioni dei bisogni d’integrazione sociale, orientamenti emergenti di policy e opportunità per la ridefinizione della cittadinanza sociale;
– fenomenologia degli interventi basati sullo sport e sui processi di integrazione e innovazione delle politiche d’inclusione sociale;
– sistemi di governance e dinamiche di sussidiarizzazione, con particolare attenzione ai soggetti dello sport del terzo settore e al loro coinvolgimento nella produzione delle politiche d’inclusione sociale;
– pratica sportiva, valori dello sport, significato sociale della partecipazione allo sport e sue implicazioni per le politiche sociali;
– ambivalenza della pratica sportiva: stereotipi, rapporto con la diversità, implicazione per i processi di inclusione/esclusione e per i processi educativi;
– esperienze di integrazione sociale nella didattica sportiva scolastica e nelle attività condotte da agenzie educative extrascolastiche formali e informali.

La sessione ospiterà i saggi in grado di apportare un contributo originale al dibattito teorico a partire dalla combinazione di indagini empiriche e riflessioni critiche, senza specifica preferenza per approcci teorici e metodologie di ricerca, privilegiando però studi comparativi e prospettive inter e multi-disciplinari.

Referente per la corrispondenza mailfrancesco.pirone@unina.it

 

Papers accettati

Il curricolo di scienze motorie e sportive nelle scuole superiori italiane e l’inclusione sociale: un’analisi pilota attraverso documenti ufficiali e punti di vista concreti (V. Tudisca)

Spunti di riflessione sulla didattica dello sport dentro e fuori la scuola a partire dai risultati delle indagini ‘Fratelli di sport’ su studenti e docenti (L. Cerbara)

Lo Sport in carcere. Inclusione sociale o nuovo controllo sociale? Una lettura critica di evidenze comparative internazionali (M.Esposito)

Evoluzione geopolitica del calcio e prospettive socioeconomiche (A. Curti)

Contributed on-line

Metodiche di inclusione attraverso attività socio-sportive e formative: attivismo del migrante (V. Guzzo e G. Caputo)

La dimensione relazionale e dei “mondi vitali dello Sport” in Regione Campania: progetti e iniziative bottom up (A. Mammì)

NESSUNA RISERVA, tutti in campo! (B. Squarcia, L. Cantoni e R. Camisa)

 

Download papers