Sessione 13

Le sfide valutative nell’analisi d’impatto delle politiche di contrasto alla povertà: disegni valutativi a confronto

Coordinatore/i di sessione: Dora Gambardella (Università di Napoli “Federico II”) e Mita Marra (Università di Salerno)

 

Testo della Call

La valutazione dell’impatto delle politiche sociali, e in particolare delle politiche di contrasto alla povertà, pone agli analisti di policy e ai valutatori numerose e diverse sfide, metodologiche, etiche e politiche, cui le scelte valutative compiute offrono diverse risposte, illuminando talvolta aspetti che sarebbero rimasti oscuri scegliendo altri disegni valutativi.

Le numerose sperimentazioni di politiche di contrasto alla povertà avviate nel nostro paese, fino alla più recente introduzione del Reddito di Inclusione, sono state accompagnate da un forte convincimento circa la rilevanza e l’utilità del ricorso a disegni sperimentali, assolutizzando le scelte che sempre accompagnano la costruzione di un disegno valutativo.

Sul piano metodologico, un disegno innovativo per l’analisi d’impatto può ricostruire la teoria del programma (Weiss, 1997) facendo leva su strumenti qualitativi, ricerche di archivio, indagini etnografiche e interpretative, nonché revisioni sistematiche e metanalisi ad integrazione di approcci sperimentali o quasi-sperimentali più tradizionali. Un campionamento ragionato di piccole dimensioni per indagare l’interazione tra meccanismi di cambiamento e contesto (Pawson & Tilly, 1997) può approfondire specifici nessi causali da testare attraverso esperimenti o analisi controfattuali di scala più elevata.

Qualsiasi sia la scelta di disegno valutativo rimangono centrali l’analisi del profilo dei diversi beneficiari, le relative reazioni alle opportunità e alle risorse messe in campo dalla politica, la diversità dei contesti di implementazione e il loro peso della determinazione dell’impatto, la bontà delle scelte alla base della politica e la loro replicabilità.

La sessione intende ospitare contributi che affrontino il tema delle sfide valutative e la diversità dei disegni valutativi senza necessariamente rendere conto di esperienze empiriche giunte alla loro completa realizzazione, ma mettendo a tema il pensare valutativo e la sua traduzione in operazioni di ricerca.

Referente per la corrispondenza maildogambar@unina.it

 

Papers accettati

Sotto-sessione 1

Quale Valutazione per le politiche di reddito minimo? Il caso di Roma (M. Dentale)

Il processo di valutazione della Carta Acquisti Sperimentale: riflessioni critiche a partire da un caso empirico di valutazione (E. Graziano)

La valutazione del REI: possibili disegni di analisi controfattuale e contributi dalle metodologie di valutazione qualitative (P. Severati)

Sotto-sessione 2

La valutazione partecipata dell’impatto delle politiche per lo sviluppo economico e la coesione sociale. Una proposta di metodo comunitario, maieutico ed apprenditivo (Umberto Di Maggio e G. Notarstefano)

L’inclusione sociale attiva: il ruolo dell’assistente sociale dal SIA al REI (L. Rossotti, A. Fasano, P. Rella e E. Monticelli)

Il Reddito di dignità in Puglia: valutazione di impatto tra efficacia e cambiamento (A. Salvati)

 

Download papers