Sessione 6 Sottosessione 2

Manuattenzioni

(M. Mazzucco e R. Canu)

Abstract

Il reinserimento nella società è un passaggio delicato per un detenuto a fine pena. La manutenzione dei beni comuni è messa in difficoltà dalla nuova situazione economica. Le due sfide sono affrontate insieme, le due debolezze si uniscono diventando una forza e aprendo la strada a nuove forma di autorganizzazione nel welfare locale. Formazione e reinserimento sociale e professionale dei detenuti sono un investimento perché diminuiscono il rischio di recidiva. La manutenzione urbana e ambientale è un investimento contro il degrado. Ma entrambi gli investimenti rischiano di bloccarsi, perché sono un costo per le istituzioni. Il progetto integra queste attività e coinvolge attivamente nel cantiere detenuti in uscita e la comunità locale.

L’esperienza sperimenta nuove modalità di welfare co-progettata con metodologie “human center design approach”. Si realizza “a più mani” un prototipo di auto-organizzazione nel welfare locale basato su un modello sostenibile e replicabile d’inclusione sociale che garantisce il miglioramento di spazi e arredi urbani ad uso pubblico e genera più valori: individuale, sociale, ambientale, artistico, economico. Manuattenzioni è un percorso sostenibile e solidale tra il dentro e il fuori dal carcere con risultati in termini di opportunità lavorative e di reinserimento sociale ai detenuti, miglioramento di una scuola e generazione di altre esperienze sinergiche di welfare innovativo (originate nel percorso).