Compiti dei coordinatori di sessione

I coordinatori e le coordinatrici di sessione sono responsabili dell’organizzazione di una sessione tematica, gestiscono il processo di selezione degli abstract, valutando quelli pervenuti entro la scadenza dei termini (vedi: Calendario delle scadenze).

I coordinatori di sessione si impegnano affinché per ogni sessione siano necessariamente previsti:

(a) una relazione introduttiva di circa 10 minuti che illustri il quadro della situazione, esponga i temi proposti all’analisi e alla riflessione, offra possibili piste interpretative e collochi i paper presentati nella sessione entro un quadro problematico più generale; tale relazione va affidata ad uno dei coordinatori o ad un eventuale keynote speech introduttivo;

(b) la discussione di ciascun paper presentato, da parte di uno o entrambi i coordinatori di sessione o, nel caso sia previsto, di un discussant;

(c) una discussione finale generale.

Si suggerisce ai coordinatori e alle coordinatrici di sessione di proporre un tema abbastanza ampio, per esempio identificando almeno due-tre settori di policy da considerare congiuntamente, oppure due-tre dimensioni trasversali all’interno di un settore. Idealmente, le proposte di sessione dovrebbero coprire il raggio massimo possibile di aree disciplinari coinvolgendo a) sociologia; b) scienze della politica c) economia; d) scienze giuridiche, etc.

Il numero complessivo di sessioni scelte dipenderà dal numero di proposte giunte e oscillerà presumibilmente fra le 20 e le 30. Ogni sessione durerà 2 ore e si prevedono tassativamente al massimo 4 paper accettati per sessione. Per sessioni che ricevano un numero elevato di paper di buona qualità, può essere stabilita, su decisione del Comitato scientifico e del comitato organizzatore, l’articolazione della sessione in due sotto-sessioni successive. La struttura tipica delle sessioni è la seguente: 10 minuti per la relazione di apertura di uno dei due coordinatori; 15 minuti di presentazione e 10 minuti di discussione per ciascun paper; 10 minuti per il dibattito complessivo finale su tutti i paper.

Si invitano i coordinatori e le coordinatrici di sessione a valutare anche la possibilità di seguire le c.d. “Korpi’s rules”, tipiche della sezione RC19 dell’ISA (International Sociological Association). Le regole di funzionamento della sessione saranno, in questo caso, le seguenti: a) tutti i paper della sessione dovranno essere consegnati dagli autori almeno 15 giorni prima della conferenza e dovranno essere fatti circolare a tutti i partecipanti alla stessa con congruo anticipo; b) i singoli paper verranno introdotti da un discussant (diverso dall’autore del saggio); c) all’autore verrà dato un tempo limitato per rispondere alla presentazione del suo saggio da parte del discussant, in modo tale da avere tempo per la discussione fra tutti i partecipanti alla sessione.

Si invitano i coordinatori e le coordinatrici di sessioni a mantenere un rigoroso controllo sui tempi, per rispetto dei colleghi e delle colleghe impegnati/e in sessioni temporalmente contigue.

N.B.: i coordinatori e le coordinatrici di sessione sono considerati/e come normali partecipanti alla conferenza e non sono previste specifiche esenzioni dalle quote di iscrizione.
L’organizzazione, inoltre, non può rimborsare in alcuna forma e modo coordinatori/coordinatrici di sessione né keynote speaker delle sessioni parallele.